Quell’idiota di nostro fratello

Quell'idiota di nostro fratello

La commedia una santarellina, senza la pretesa che può essere chiamato anche con ironia, la smily film è un vero e proprio genere di cinema americano che si ripete regolarmente, come la marea sulle spiagge. Possiamo qui e ci sono buone sorprese ma, va notato che tutte le onde non hanno la stessa forza di quando scendono nel nostro stanze buie. E il problema per questo tipo di film, è che quando non sorridere per un’ora e mezza, è che non è lontano dal smily film mancato. E ancora…Tuttavia, il passo era una piccola parte di attraente. Ned è benedetto con il look grunge, infatti, vedono di tutti i colori al suo 3 sorelle scorrevoli a dispetto di se stesso, delle bucce di banana in loro piccole vite stabilito. Lui, è marginale, ma non necessariamente nel senso buono del termine, piuttosto che potremmo volgarmente chiamata ” coraggioso “. Il tipo di ragazzo un po ‘ benedetti-sì-sì, troppo buona, troppo stupida, che non vede il male ovunque. Vive pacificamente in una fattoria con la sua ragazza e il suo cane, ma dopo aver venduto l’erba di un poliziotto in uniforme (per illustrare il lato la massa del ragazzo), si ritrova in carcere per un paio di mesi. Rilasciato per buona condotta (incredibile…), si osserva con orrore che la sua ragazza era cazzo di fuori e lei si rifiuta di dargli il suo fedele compagno chiamato Willie Nelson (questo è troppo divertente. Uh, o non, in effetti…). Improvvisamente, si trovano in strada, e si rifiuta di stare con sua madre, e a sua volta sarà ospitato dalle sue sorelle, che andare a vedere il loro treno-treno capovolto. Non solo perché Ned invade il loro spazio, ma soprattutto perché, per non vedere il male da nessuna parte, rivela i segreti che la correttezza dei social per invitarli a tenere nascosto.

Attori

attori

Nell’analisi, si può trovare che il tutto manca di un po ‘ di sapore a tutti i livelli. I momenti divertenti sono rari, l’atmosfera in generale è abbastanza noioso e la messa in scena proposta da Jesse Peretz è un messaggio di attenzione di un sioux che non lo fanno false, ma che il colpo, non introduce alcun freschezza. A livello di interpretazione, nessuno degli attori di sempre succede, in realtà, di personaggi che, a loro credito, non sono le più interessanti. Ned è interpretato da Paul Rudd, che è uno di quegli attori che dispone di un capitale di simpatia è quasi incomprensibile, ma è bene venire a ebollizione non è mai stato un grande attore o un grande film. Stessa osservazione per le attrici : Zooey Deschanel (500 giorni insieme, Gigantesco), Emily Mortimer (Young Adam, Match Point, Shutter Island) e Elizabeth Banks (Spiderman e, più recentemente, Hunger Games). Sono tutte e 3 belle, si sente il potenziale (soprattutto per i primi 2 citati), ma anche se ha tutto per essere un buon peccatore, è difficile per la cattura di uno squalo in un laghetto…

Con un po ‘di immaginazione, si può vedere in questa favola moderna di una bella illustrazione di ciò che la nostra vita ordinata, potrebbe ampliare un po’ più di innocenza, e bei valori. Ma, nonostante le sue buone intenzioni, non si può evitare di pensare che è un po ‘ piatto, senza un reale sollievo, senza di questo non so cosa che ti fa ripensare con uno schizzo di un piccolo sorriso in un film. Un smily film… Danni.

Scherzo È su i Fratelli di un Moderno Pazzo Santo

“Il nostro Fratello Idiot” unisce due punti della moderna schermo commedia: è un agrodolce, indie-ish studio di grown-up relazioni tra fratelli, e anche un rauco celebrazione del maschio di immaturità. Al centro sono tre sorelle — variamente sfrenata, la manipolazione e l’incompiuta — e il loro dolce, pippo uomo-figlio di un fratello. La prima è il fratello incapacità o il rifiuto di comportarsi come un adulto che sembra essere il problema più grande, ma alla fine ha funzioni come una specie di pazzo santo, smascherando l’ipocrisia e l’infelicità di tutti intorno a lui. Questo shaggy è innocente di nome Ned, e se sono stati giocati da qualcuno diverso da Paul Rudd, sarebbe assolutamente insopportabile. Un allegro hippie che vivono in un bohemien-rurale tratto di upstate New York, Ned è così scarsa fiducia che vende un sacchetto di erbaccia per un amichevole apparentemente agente di polizia in uniforme. Rilasciato in libertà vigilata, Ned torna a casa per scoprire che la sua ex amica, Janet (Kathryn Hahn), ha intrapreso con Billy (un più alto, dimmer, red-headed versione di Ned, interpretato da T. J. Miller). Anche lei si rifiuta di rinunciare alla custodia di Willie Nelson, una spiaggia di sabbia dai capelli canino versione di Ned, che si scopre essere un utile trama dispositivo in diversi punti cruciali.

Liz (Emily Mortimer)

Emily Mortimer
Così Ned, senza fissa dimora e dogless, di viaggi, di Brooklyn, che si blocca con ciascuna delle sue sorelle e la loro inclinazione metropolitana di routine con la sua allegra, candido, terroso spirito. La prima fermata è a Park Slope, un terreno fertile per sociologica clichémongers, dove Liz (Emily Mortimer) vive con suo marito, Dylan (Steve Coogan), e i loro due figli in una grotta di pietra arenaria di auto-giustizia. Il loro matrimonio è vuoto in quanto il loro ostentato sfilato “valori” e Ned prontamente sovverte la loro casa trasformando i loro 7-anno-vecchio figlio, Fiume (Matteo Mindler), su le gioie di YouTube, il gioco di combattimento e l’Ispettore Clouseau.Se Liz è lo stereotipo del ansiosa mamma, Miranda (Elizabeth Banks) e Natalie (Zooey Deschanel) non sono da meno le tipologie familiari, da altri film, se non proprio da vera vita urbana. Miranda è un ambizioso, insicura, carrierista, la pesca di una grande rottura a Vanity Fair (in cui Evgenia Peretz, uno degli sceneggiatori, è un redattore).

 

Cindy (Rashida Jones)

Rashida Jones

Natalie, che vivono in un comune crash pad e in punta di piedi verso l’impegno con la sua seria amante, Cindy (Rashida Jones), è un artista del modello che aspirano ad essere un comico stand-up, o un artista, o qualcosa che coinvolge in piedi e parlando di se stessa in un ambiente poco illuminato, scarsamente popolato camera.Efficiente diretto da Jesse Peretz (Ms. Peretz fratello, evidentemente molto capace), “il Nostro Fratello Idiot” è un sottile, poco convincente film simpatico con il fascino e la bravura del cast e da uno script (da Ms. Peretz e suo marito, David Schisgall) condito con intelligenza e intuizione.Signor Coogan è tanto un maestro geniale ostilità Ms. Mortimer è di vulnerabilità emotiva, e due di loro di aggiungere credibilità alla loro riscaldato-su caratteri. È sempre bello vedere la Signora Banche e la Signora Deschanel, ma Miranda e Natalie sono di più le idee di persone, e gli artisti sono bloccati essere gratingly energetica (Ms. Banche) e esasperatamente slack (Ms. Deschanel).La signora Jones, dato meno di lavorare con, non più di quanto la maggior parte dei suoi omologhi, e quando Cindy è in giro, si potrebbe desiderare che il proiezionista avrebbe cambiato i rulli e vedi un film su di lei, invece di tutte queste altre faticoso gente.

Dylan (Steve Coogan)

Steve Coogan
Una manciata di scene, una visita a un cult di auto-aiuto di un seminario, una famiglia gioco di sciarade con la Mamma (Shirley Knight), un profilo di intervista andata fuori strada — sono taglienti, divertente e sorprendente. Ma i registi soprattutto cercare umorismo evidente, raccolti in luoghi. Per favore, possiamo avere una moratoria privato-scuola di interviste? Yoga (che in questo film magnificamente lascia da solo), sono duri nella vita reale e in modo sospetto facile nel film.E ‘ troppo in “Our Idiot Brother” è troppo facile, tra il morbido, sentimentale indulgenza prodiga su Ned e il satirico di barbi si lancia alle sue sorelle. “Hai rovinato la nostra vita”, si lamentano, quasi in coro.Ma, in realtà, Ned mellow, agraria autenticità ha solo rivelato la mala fede che quelle vite. Contro tutte le pose, la doppiezza e vuota ambizione, egli sostiene semplice virtù della fedeltà, dell’etica professionale e il senso comune di genitorialità. Questo tizio, che sembrava a prima vista un minore Lebowski, il contenuto di pascere il suo giardino e il fumo di un bel paio di gemme, si rivela essere una curiosamente retrograda paladino: il riluttante flagello e benevolo protettore di prepotente, ribelle e altrimenti rovinati con le donne.E per tutta la sua dolcezza, questo film lascia dietro di sé il sapore aspro di acritico maschio diritto. Tuttavia intelligente di quelle suore, che non possono fare per se stessi. Anche se lui è un idiota, il fratello ne sa di più.

“Quell’idiota di nostro fratello” (Jesse Peretz)

Quell'idiota di nostro fratello

“La luce e la divertente commedia di costume con protagonista un simpatico Paul Rudd, la cui presenza non è sufficiente per affrontare la carenza di luminosità di un trattino monotono.”

L’emergere nelle ultime due stagioni di Amici, sono stati il riconoscimento definitivo nella carriera dell’attore comico americano Paul Rudd. Scoperto nel Fuori onda (Clueless, Amy Heckerling, 1995), Rudd ha trovato il costante percorso di valutazione, e di successo, grazie all’, in primo luogo, la loro partecipazione al nome popolare serie tv americana, secondo la vostra consueta collaborazione con il nuovo patron della commedia attuale: Judd Apatow. Film come Vergine a 40 (40 anni Vergine, 2005) o molto incinta (2007) hanno scavato un solido stato, sempre come secondario, in genere, che ha reso possibile occupare ruoli principali. Questo è il caso del nastro di oggi, la Nostra Idiota (Fratello di Jesse Peretz, 2011), un prodotto al servizio dell’attore dal New Jersey, che ha debuttato la scorsa estate dall’altra parte dell’atlantico, con un buon padrone di casa.

Quell'idiota di nostro fratello

Il nostro Idiota Fratello è imperniato sulla figura di Ned (Rudd), un ingenuo hippie che viveva in una fattoria di prodotti biologici che, per le vicissitudini della vita, è costretto a rispettare convinzione. Dopo il suo rilascio, spogliati dei loro beni, torna alla sua città natale con sua madre e le tre sorelle (interpretata da Zooey Deschanel, Emily Mortimer e Elizabeth Banks). Il vostro soggiorno nella grande città, genera numerosi problemi e disaccordi. Innocente e spensierato, Ned scontro con uno stile di vita sfrenato e cinico come indicato nelle figure familiari di sesso femminile. Tutti ritratti con un certo alone di magia dove si mostra la dicotomia tra naturalezza e l’aspetto. Il film diretto dal giovane regista Jesse Peretz, è ricco di buone intenzioni, ma nessuno di loro arriva a un buon porto, nonostante l’ottima interpretazione della sua protagonista.

Il nostro Idiota Fratello bevande dallo stile della commedia di Apatow, in particolare dei loro errori. La storia manca l’artiglio, nonostante la sua originalità iniziale e per la tenerezza che suscita nel pubblico il personaggio principale. La narrazione abbastanza lineare, dà origine a un dramma tragicomico del tutto superficiale. Cosa che contribuisce alla assottigliato disegno dei personaggi secondari. Il contributo di Zooey Deschanel, Emily Mortimer, Elizabeth Banks, Hugh Dancy e Rashida Jones è ridotto a una montagna di luoghi comuni e una certa aria di catalogo delle varietà. Notevole nella confezione, ma inefficace nel loro messaggio, diventando pericolosamente vicino alla valutazione dei telefilm. Un nastro è minore che in il vecchio continente e svanire come i neuroni del protagonista. L’ingenuità di questo è semplicemente che domina il ritmo della trama, scoprendo le loro debolezze e lasciando la sensazione di inconsistenza.

Jesse Peretz

Jesse Peretz Non anche il contributo per il nostro senso dell’umorismo lascia in un altro momento degno di nota. La “gag” sembra contagocce, in modo irregolare, e poco ispirato. Tutti con un’aria di “ingenuo” e ‘ carino, ma insufficiente in un momento in cui il sensazionalismo, è la chiave del successo. Nonostante questo, il Nostro Idiota Fratello è divertente e leggero. Ideale per qualsiasi lungo pomeriggio di domenica. La semplice presenza di Paul Rudd non giustifica la loro visualizzazione, ma, se egli rivela che lui è un interprete molto da prendere in considerazione nei prossimi anni. Il suo è un film che avrebbe sposato alla perfezione negli anni novanta. Ora si tratta solo di una piacevole anacronismo in un film schifoso e vigoroso racconto impostado.